Online il webinar DSI sugli spazi condivisi

posted on luglio 16th 2018 in DSI & News with 0 Comments

DSI - webinar copertinaBlog_luglio

Proseguiamo il nostro Learning Journey del progetto europeo DSI4EU con il secondo webinar condotto da Marco Giovannone di WeFare che ci ha parlato dell’innovazione sociale digitale connessa ai cosiddetti Shared Spaces, i luoghi dove sempre di più si lavora, ci si incontra e si fa innovazione. Come per il primo webinar con Fiorenza Lipparini di Plusvalue, abbiamo pubblicato il video in modo da continuare la discussione e raccolta di spunti e riflessioni (qui il link al form dove poter lasciare un feedback). Co-location, co-working, makerspace, fablab, incubatori, acceleratori, centri d’innovazione, istituti di ricerca. Cosa li accomuna? L’idea di fondo che connette questi luoghi è che lo spazio insieme alla comunità che lo vive sono fonte di innovazione. Perché questi luoghi si stanno sempre più diffondendo?

In questi webinar abbiamo identificato una serie di tematiche che riteniamo importanti per far sviluppare progetti ad impatto, siamo partiti il 22 giugno con la misurazione dell’impatto non solo da un punto di vista finanziario ed economico di cui ci ha parlato Fiorenza Lipparini, il 12 luglio abbiamo, come avete appena visto, affrontato il mondo degli spazi condivisi (qui le slide usate durante il seminario), proseguiamo l’11 settembre con Annibale D’Elia del Comune di Milano che ci parla dell’hacking nel policy making (registrati qui!).

panoramicaWeMake

Un aspetto che ci piace sottolineare a proposito di Marco Giovannone è che lo abbiamo conosciuto il 26 marzo scorso durante lo Show & Tell che abbiamo organizzato all’interno del ciclo di appuntamenti Nesta Italia Incontra: tocchiamo in questo modo uno degli aspetti del nostro lavoro di costruzione di network che promuoviamo e funziona! Marco è un architetto che con WeFare, un gruppo multidisciplinare composto da un filosofo e da alcuni educatori, indaga la realtà degli spazi condivisi, molto spesso urbani, contaminati dalla tecnologia. Inoltre riflette sull’apporto che architettura e design possono dare nella fruizione di questi nuovi luoghi ibridi dove spesso il pubblico si fonde col privato.

DSI - footer - wemake - tras

WeMake